TASSA PATRIMONIALE: TIMORE PER UN PRELIEVO FORZOSO

By Bruno Scarano
Pubblicato il 31 Marzo 2021

Con l’aumentare del debito pubblico italiano, per quest’anno è atteso al 160% del Pil (Prodotto interno lordo), si moltiplicano anche i timori di una nuova tassa patrimoniale. Recentemente si parlava di abolizione dell’Imu e dell’imposta di bollo sui conti correnti e di deposito titoli, per sostituirli con un’aliquota progressiva minima dello 0,2% sui grandi patrimoni la cui base imponibile fosse superiore a 500 mila euro e fino ad un tetto di 1 milione di euro per arrivare al 2% per i patrimoni oltre i 50 milioni di euro. La “patrimoniale” è una particolare manovra che viene evocata ciclicamente ogni qualvolta […]


Puoi leggere tutto l'articolo sull'edizione cartacea dell'ECO di San Gabriele

Comments are closed.