SPELLING BEES

Learning English through…
By Monica Consorti
Pubblicato il 1 Maggio 2014

Questo mese parliamo della Spelling Bee più famosa del mondo: la Scripps National Spelling Bee.

The Scripps National Spelling Bee is the most important Spelling Bee in the world and the final phase takes place each year during the last week of May or during the first week of June in Maryland. This year “Bee Week” will start on the 25th of May. Some of you may not know what a spelling bee is: It is a competition, held between children up to the age of 15, that have to spell difficult words. We do not have a similar tradition in Italy since Italian is a language whose words are almost always spelled like they are pronounced. The same does not happen in English in which, for some words, the spelling can be quite diffe-rent than their sound. Winning words include spelling nightmares such as autochthonous, eudaemonic and Chihuahua. The reason for the name “spelling bee” is a bit of a mystery. Indeed, the word bee had been used for groupings of people that gathered to work together, and the word bee was chosen probably because they were industrious as the bees in their beehives. But some other linguists have suggested that bee derives from the word been that in Old English dialect meant help from the neighbors. What is certain is that the word bee has been associated with spelling for the first time in print in America in 1875. The National Spelling Bee as it exists today was born 50 years later, in 1925 and today more than 11 million children participate in the first phase.

La competizione nazionale di spelling Scripps è la più importante competizione di spelling del mondo e la fase finale si svolge ogni anno durante l’ultima settimana di maggio o la prima di giugno in Maryland. Alcuni di voi potrebbero non sapere cosa sia una spelling bee: è una competizione, che si tiene tra bambini fino all’età di 15 anni, che devono “spell”, ovvero pronunciare lettera per lettera, parole difficili. Non abbiamo una tradizione simile in Italia visto che l’italiano è una lingua le cui parole sono quasi sempre scritte come si pronunciano. La stessa cosa non accade, invece, in inglese dove per alcune parole la scrittura può essere molto diversa dal loro suono. Tra le parole vincenti ci sono degli incubi di spelling come autoctono, eudemonico e Chihuahua. La ragione per il nome “spelling bee” è un po’ un mistero. Infatti la parola bee (ape) si usava per gruppi di persone che si riunivano per lavorare insieme, e la parola ape fu scelta probabilmente perché erano industriose come le api nel loro alveare. Ma alcuni altri linguisti hanno suggerito che bee viene dalla parola been che in un dialetto dell’Old English significava aiuto dai vicini. Quello che è certo è che la parola bee è stata associata con spelling per la prima volta nella stampa nel 1875 in America. La competizione nazionale di spelling come esiste oggi nacque 50 anni dopo, nel 1925 e oggi più di 11 milioni di bambini partecipano alla prima fase.

Comments are closed.