RITI PASQUALI

By redazione Eco
Pubblicato il 1 Aprile 2014

Si avvicina la Pasqua, l’occasione per andare o tornare in una terra che è sinonimo di religiosità e antiche tradizioni, dove i riti pasquali si celebrano con grande intensità e partecipazione. Le processioni del venerdì santo, che si svolgono in alcune delle località più belle della regione, offrono uno spettacolo di grande suggestione tra fede, passione e altissima spiritualità. Le messe solenni della domenica di risurrezione, celebrate in piccole chiese di montagna o magnifiche cattedrali delle città più note, rimarranno impresse per sempre nella memoria di fedeli e turisti. Tra le varie iniziative del venerdì santo segnaliamo:

Norcia  Celebra il venerdì santo con un’imponente processione con oltre trecento figuranti e rappresentazioni di quadri della passione di Cristo. La processione, dalla zona alta della cittadina, “Capo la terra”, sfila lungo le mura cittadine, dove sono rappresentati, con impressionante realismo, i quadri viventi con i momenti più salienti del doloroso evento.

Gubbio  Interessante la processione del Cristo morto, risalente al XIII secolo, che si snoda per le vie del centro storico della città illuminate solo da torce.

Assisi  Il momento più coinvolgente del sacro triduo pasquale vede la partecipazione di tutte le confraternite e il centro storico interamente illuminato da fiaccole.

Perugia  Qui si svolgono numerose manifestazioni nei quartieri più caratteristici della città e in cattedrale viene esposta l’immagine del Cristo morto risalente al XIV secolo.

Orvieto  La Via Crucis si snoda per tutto il centro storico, che viene addobbato con magnifici drappi.

Gualdo Tadino  Sono oltre duecento i figuranti che rievocano le scene della passione e della morte di Cristo, accompagnate dal suggestivo canto di sacre laudi del duecento.

Comments are closed.