LA SECONDA VITA DI “DON FRANCHINO”…

Trentasette giorni in rianimazione e poi la luce
By Gino Consorti
Pubblicato il 4 Luglio 2020

Il titolare di una famosa pizzeria-gourmet abruzzese racconta in esclusiva il suo calvario dopo aver contratto il Coronavirus. “È stato sicuramente un miracolo di san Gabriele a tenermi in vita, più di una volta sono stato vicino all’aldilà… Non vedo l’ora di riabbracciare la mia famiglia” Trentasette giorni in rianimazione attaccato al ventilatore meccanico attraverso un tubo tracheale. Un tempo infinito, soprattutto per i famigliari costretti a vivere lo scorrere dei giorni con il cellulare tra le mani in attesa della comunicazione quotidiana dei medici. Una sorta di montagne russe dove angoscia e speranza si rincorrevano in un saliscendi logorante… […]


Puoi leggere tutto l'articolo sull'edizione cartacea dell'ECO di San Gabriele

Comments are closed.