IL NEMICO CHE NON TI ASPETTI…

By Gino Consorti
Pubblicato il 1 Febbraio 2019

oggetti che attentano ogni giorno la nostra salute


Rischiamo molto di più di contrarre un’infezione batterica appoggiando il nostro tramezzino sulla tastiera del computer che sulla tavoletta del water…

Alzi la mano chi di noi appoggerebbe un biscotto o un tramezzino sulla tavoletta del water prima di mangiarlo… Adesso, invece, alzi la mano chi li appoggerebbe sulla tastiera del computer… No, non stiamo scherzando, tantomeno ci piace proporre ai nostri lettori giochini di cattivo gusto… Niente di tutto questo. Però tra le due opzioni il consiglio per abbassare sensibilmente il rischio di beccarsi un batterio è di scegliere il water come appoggio del nostro spuntino… Una suggerimento che sicuramente farà arricciare il naso a molti ma di noi, non però agli esperti di Passion Santé che, grazie all’omologo Gezondheid.be, a lingua olandese, rappresenta il più importante e il più grande sito web di salute e benessere del Belgio.

I risultati di un’approfondita ricerca, infatti, sono stati pubblicati sul sito belga. Un elenco di dieci oggetti a rischio batteri e quindi nemici della nostra salute. E naturalmente, come accennavamo all’inizio, in questa una sorta di “lista nera” non mancano di certo le sorprese, oggetti insospettabili con i quali veniamo a contatto quotidianamente. Spesso, infatti, presi dalla routine del vivere quotidiano continuiamo a compiere gesti in maniera quasi automatica, senza preoccuparci minimamente dei loro effetti… Invece dovremmo imparare a farlo, anche perché il bilancio tra costi e benefici pende in maniera rilevante a favore dei secondi.

A questo, punto, dunque, non ci resta che andare a vedere da vicino i “nemici” che attentano ogni giorno la nostra salute.

La tastiera del computer

La tastiera del computer o del tablet contiene molti più batteri rispetto alla tavoletta del water. Stiamo parlando di 400 volte di più! E la situazione è leggermente migliore per il mouse. Il piccolo cibo rimane e i batteri sulle mani creano un ambiente (molto) malsano. È necessario, dunque, effettuare frequentemente una pulizia della tastiera attraverso prodotti adeguati e naturalmente il lavaggio delle mani prima e dopo l’uso.

Lo smartphone

Lo smartphone è un nido di batteri a contatto con le mani e il viso. Sullo schermo, infatti, si depositerebbero germi nella misura di 100 volte in più rispetto a quelli presenti sul sedile del water. La maggior parte sono fortunatamente innocui, ma non tutti: alcuni causano infezioni intestinali (batteri) e infezioni respiratorie (virus) o malattie della pelle. Questo è il motivo per cui devi prestare attenzione quando presti il tuo telefono cellulare, ad esempio a una persona con il raffreddore. Naturalmente è utile pulirlo regolarmente con un panno disinfettante.

Il telecomando

In apparenza non vi è alcun pericolo nella gestione di un telecomando, tuttavia questo oggetto è un obiettivo principale dei batteri. Poche persone pensano di pulirlo… Attenzione ai telecomandi disponibili nelle camere d’albergo: quanti clienti li hanno usati senza prendere le più piccole precauzioni igieniche?

Lo spazzolino da denti

Ci crediate o no questo oggetto progettato per garantire una perfetta igiene orale può essere una fonte di infezione. I batteri si sentono molto bene in un ambiente caldo e umido e si moltiplicano rapidamente. Questo è il motivo per cui è importante sostituire regolarmente lo spazzolino, pulirlo dopo ogni uso e assicurarsi anche di tenere ben pulito il contenitore dove lo riponiamo.

L’asciugacapelli

L’aria calda dell’asciugacapelli è un mezzo di trasporto ideale per batteri e virus che si trovano nelle vicinanze.

Il letto

Lenzuola e cuscini sono un paradiso per gli acari della polvere e le cimici, ma anche i batteri si sentono a loro agio. Ecco perché è importante cambiare regolarmente le lenzuola, le federe dei cuscini e pulire il materasso.

Vestiti

Un lavaggio in lavatrice non offre la garanzia di liberare i vestiti dai germi. Vengono puliti, la maggior parte dei germi viene eliminata, ma potrebbe esserci dell’acqua nel tamburo, che ai batteri piace molto. Se necessario, è utile asciugarlo e, in ogni caso, lasciate aperta la porta della macchina fino a quando l’umidità non è stata ben evacuata.

La spugna da cucina e la scopa

La piccola spugna con cui pulisci gli utensili da cucina o fai i piatti è un supporto da sogno per i germi. Sono “incollati” in gran numero per partecipare a una festa di impurità. Ogni centimetro quadrato può contenere milioni di batteri! Questo è il motivo per cui è essenziale cambiare regolarmente la spugna usata con una nuova. La scopa invece va lavata a una temperatura minima di 60° gradi oppure sostituita periodicamente.

Il forno

Parliamo del forno convenzionale e del microonde: il cibo avanzato crea terreno fertile per i batteri. E noi certamente non vogliamo mettere il cibo fresco in contatto con loro… Occorre pertanto pulire regolarmente il forno, strofinare la griglia prima di ogni utilizzo e prestare attenzione a quello del barbecue.

Il carrello della spesa del supermercato

Mucchi di oggetti all’esterno della casa sono ovviamente vettori di microbi. Tutto ciò che viene toccato può essere un deposito di germi. Questo non dovrebbe trasformarsi in un’ossessione, ma essere comunque vigili. Consiglio essenziale: quando torni a casa, lavati le mani. Questo è il caso quando torni dal supermercato e prima di conservare i tuoi acquisti, soprattutto se devi maneggiare prodotti freschi come carne o pesce. Non è eccessivo, prima di iniziare la spesa, pulire la barra del carrello. Magari con un panno antibatterico. Hai paura di essere scambiato per un misofobo, con una paura malsana di sporcizia e germi? Non preoccuparti, sei soprattutto una persona prudente!

Io, nel frattempo, vado a lavarmi le mani…

Comments are closed.