UNA VITA PER GLI EMIGRANTI

madre Francesca Saverio Cabrini
di Ciro Benedettini
Pubblicato il 1 Gennaio 2019 18:10

Era nata a Sant’Angelo Lodigiano. E lì sarebbe rimasta tutta la vita a fare la maestra se non avesse incontrato un grande vescovo, il beato Scalabrini che l’aiutò a scavare dentro di sé, rivelando lei a lei stessa. Per la prima volta sentì che la sua vocazione autentica era di partire missionaria. Dove non lo sapeva. Quando si era fatta religiosa e aveva preso i voti, aveva voluto aggiungere al suo nome quello di Francesco Saverio, in omaggio al santo gesuita san Francesco Saverio che si era spinto fino in Cina. Forse – pensava madre Cabrini – la Cina era […]


Puoi leggere tutto l'articolo sull'edizione cartacea dell'ECO di San Gabriele

Non sono permessi più commenti