UN ORATORIO DA SALVARE

di Michele Migliozzi
Pubblicato il 3 dicembre 2016 18:48

Il terremoto ha sconquassato anche l’Oratorio della Madonna del Sole sito nella frazione di Capodacqua di Arquata del Tronto (Ap). Il delizioso edificio religioso a pianta ottagonale risale alla seconda metà del XVI, opera di Nicola Filotesio, noto come Cola d’Amatrice (1489-1559), architetto, pittore e scultore originario del territorio. I maggiori danni riguardano la facciata principale e la cornice del rosone, all’interno danneggiato anche un pregevole ciclo di affreschi risalenti alla metà del 500 dedicati alla Madonna, tra questi la Madonna del Sole (1523) attribuito ad un discepolo di Carlo Crivelli. La denominazione di questo piccolo gioiello identitario deriva dai rituali pagani in onore del dio Sole che si svolgevano in questo luogo e dalla loro successiva cristianizzazione. Il Fai (Fondo italiano per l’ambiente) non solo ha già stanziato dei fondi per un primo intervento, ma ha lanciato un appello per la raccolta fondi volta al recupero completo dell’oratorio, al fine di salvare un bene simbolo per la popolazione.

Non sono permessi più commenti