Nuova Curia MAPRAES

By Lorenzo Mazzoccante
Pubblicato il 3 Aprile 2019 16:09

Il secondo Capitolo dei passionisti della Provincia MAPRAES, in corso di svolgimento presso la casa generalizia di Roma, ha finalmente espresso la nuova Curia Provinciale.

Due i religiosi confermati della vecchia Curia: padre Luigi Vaninetti (superiore provinciale, al secondo mandato) e padre Mario Madonna (consultore).

Interessante la scelta degli altri cinque consultori che provengono due dalla formazione e tre dal governo. Padre Roberto Cecconi (PIET) e padre Rosario Fontana (LAT) dirigevano i postulanti nelle comunità di Morrovalle (MC) e Bari (BA),  padre Giuseppe Adobati (CORM) era consultore generale, padre Paulo Jeorge Martins Correia era superiore regionale della regione portoghese (FAT), mentre padre Matteo Piccioni (PIET) era vice superiore della comunità locale del Santuario di San Gabriele.

Della Mapraes fanno parte i religiosi passionisti di Italia, Francia e Portogallo, oltre ad alcune terre di missione (Bulgaria, Angola e Nigeria).

L’età dei neoeletti è compresa 38 e i 65 anni con una media che è tra le più basse degli ultimi anni.

Si tratta di una scelta di grande responsabilità che da una parte assicura forze giovani per il servizio di una realtà estremamente vasta (6 Paesi di 2 Continenti e 5 lingue), dall’altra chiama religiosi delle nuove generazioni a diventare artefici e protagonisti dello sviluppo della famiglia Passionista nei prossimi 4 anni.

Domani il Capitolo si concluderà con l’approvazione del documento programmatico del quadriennio. A tutti i confratelli impegnati in questo servizio alla Congregazione, e particolarmente al padre Matteo che i pellegrini del Santuario avranno conosciuto nel suo servizio di responsabile della Sagrestia, facciamo i migliori auguri di un proficuo lavoro.

Da sinistra a destra i padri: Rosario Fontana, Paulo Jeorge Martins Correia, Giuseppe Adobati, Luigi Vaninetti, Roberto Cecconi, Mario Madonna e Matteo Piccioni.

 

In rosso i Paesi della MAPRAES: Portogallo, Francia, Italia, Bulgaria, Nigeria e Angola.

Comments are closed.