DIOR E VENEZIA

By Michela Ridolfi
Pubblicato il 26 Aprile 2019

Dior è stato il nume tutelare della moda del dopoguerra. Ogni sfilata portava in passerella quasi 200 modelli, attentamente calibrati tra capi facilmente indossabili e altri più impegnativi. Le sue collezioni erano attese e contese nel mondo. Si valuta che solo per vedere (e acquistare) le sue proposte sorvolassero l’oceano, ogni anno, 25 mila persone. Ogni suo cambiamento di linea (e ogni stagione ne imponeva uno) era accolto con entusiasmo e con critiche feroci, a seconda se si appartenesse al suo clan o a interessi contrapposti. In ogni caso, nessuna donna che volesse essere alla moda poteva ignorare i dettami […]


Puoi leggere tutto l'articolo sull'edizione cartacea dell'ECO di San Gabriele

Comments are closed.