COME CI SUCCHIANO I SOLDI DAL TELEFONINO

By Valeria Lai
Pubblicato il 3 Luglio 2014

A volte basta solo sfiorare il touchscreen del proprio smartphone o tablet e ritrovarsi con abbonamenti a servizi non richiesti. Su questa facilità nel toccare inavvertitamente lo schermo, alcune società stanno basando il loro business. Di solito le pagine relative a tali abbonamenti si aprono, mentre si sta consultando una app. Nel migliore dei casi, contestualmente all’attivazione, si riceve un messaggio in cui l’utente viene informato che il servizio è stato attivato e viene fornita una mail o un numero da chiamare per disattivarlo. In altri casi, invece, l’abbonamento non richiesto si scopre solo quando arriva la bolletta. Attenzione però: anche se, subito dopo aver ricevuto il messaggio, si disattiva il servizio, l’importo viene comunque addebitato sul conto telefonico. Ma come comportarsi nel caso di attivazione involontaria?

1. Contattare il proprio operatore telefonico e chiedere la disattivazione del servizio

2. Chiedere il rimborso di quanto pagato e non dovuto

3. Rivolgersi alle sedi territoriali Adiconsum per ricevere l’adeguata assistenza e ove necessario accedere alla conciliazione paritetica oppure iscriversi alla pagina facebook Come ci succhiano i soldi dal telefonino.

Comments are closed.