ANCHE UNA LIEVE PERDITA UDITIVA INNESCA IL DECLINO COGNITIVO

By Lele Linasi
Pubblicato il 1 Gennaio 2020

Anche i più piccoli cali di udito sono associati a un deterioramento cognitivo misurabile negli anziani. Alcuni ricercatori della Columbia University Irving Medical Center di New York rivelano che le persone con un udito scarso usano molto di più le capacità mentali per decodificare le parole che vengono espresse e non riescono a elaborare il significato di ciò che viene detto. Inoltre, chi ha un peggior udito socializza meno e quindi ha un minor numero di conversazioni intellettualmente stimolanti. Da questo studio emerge che una ridotta capacità uditiva si associa a una peggiore prestazione nei test cognitivi.


Puoi leggere tutto l'articolo sull'edizione cartacea dell'ECO di San Gabriele

Comments are closed.