UN CLOCHARD PER PAPÀ…

il dramma silenzioso dei padri separati
di Gino Consorti
Pubblicato il 1 dicembre 2017 10:44

Forse prim’ancora che allo ius soli (il diritto di cittadinanza incondizionato per tutte le persone nate nel Paese), che sicuramente rappresenta un segno di civiltà, i nostri governanti farebbero bene a pensare ai padri soli… Già, i nuovi poveri, così come vengono definiti oggi dalle tante statistiche che si occupano dello stato traballante della nostra economia. Povertà economica e soprattutto allontanamento dal proprio figlio: due drammi le cui ricadute psicologiche invalidanti, purtroppo, in molti casi spingono il genitore anche a mettere fine alla propria esistenza… Addirittura i dati parlano di 200 suicidi l’anno in Italia e 2 mila in Europa. […]


Puoi leggere tutto l'articolo sull'edizione cartacea dell'ECO di San Gabriele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *