TRA BONUS E AUMENTI

difendiamoci
di Valeria Lai
Pubblicato il 1 febbraio 2017 11:00

Già nello scorso numero avevamo annunciato una serie di novità per il 2017, ma molte altre sono le novità introdotte dalla legge di Bilancio e dal decreto Milleproroghe. Novità che ci accompagneranno lungo tutto l’anno appena cominciato.

Bonus per la casa La legge di bilancio per il 2017 ha riconfermato vari bonus ossia le detrazioni fiscali sulla casa. Le detrazioni sono pari al 50% per le ristrutturazioni edilizie fino al 31 dicembre 2017, pari al 65% per gli interventi di risparmio energetico fino al 2022, pari al 50% per le dotazioni antisismiche, pari al 70% per gli interventi sull’involucro del palazzo e fino al 75% per i miglioramenti della prestazione energetica. Le spese per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici potrà essere detratta solo se gli interventi di recupero del patrimonio edilizio avranno avuto inizio nel 2016. Non è stato invece riconfermato il bonus mobili per le giovani coppie.

Bonus per la famiglia Confermati i bonus alla famiglia: bonus per i bambini nati nel 2017 (800 euro una tantum); bonus bebè (960 euro l’anno per tre anni con reddito Isee fino a 25mila euro); bonus nido (1.000 euro l’anno per i nati nel 2016); voucher baby sitter (600 euro mensili per massimo 6 mesi a tutte le mamme lavoratrici che tornano a lavoro al termine del congedo obbligatorio, non cumulabili con il bonus per l’asilo nido); bonus cultura di 500 euro ai ragazzi che compiono 18 anni nel 2017.

Canone Rai Due le novità ore il 2017: l’importo del canone non sarà più di 190 cerro, ma di 90 e non si pagherà dal mese di luglio, ma già nella bolletta della luce di gennaio.

Multe Dall’1 gennaio le multe stradali sono rincarate dello 0,1% per effetto dell’adeguamento all’inflazione. Per le sanzioni fini ai 1000 euro i rincari saranno di 1-2 euro; per quelle oltre i 2000 euro, i rincari saranno da 2 a 4 euro.

Raccomandate I rincari decisi da Poste italiane partiranno dal 10 gennaio: la raccomandata fino a 20 grammi passa da 4,5 euro a 5 euro; l’assicurata con valore fino a 50 euro e peso da 20 a 50 grammi passa da 6,9 7,25 euro; in aumento anche la raccomandata internazionale e le tariffe degli atti giudiziari.

Tributi comunali e regionali Per tutto il 2017, non ci saranno ulteriori aumenti di tali tributi, come Irap e Irpef. Farà eccezione solo la tassa sui rifiuti.

Non sono permessi più commenti