Pak Doo Ik, la Spagna e Shakespeare

di Fabrizio Cerri
Pubblicato il 8 novembre 2017 14:54

Come fosse l’ombra di Banco dello scespiriano Macbeth, la Spagna continua a terrorizzare – per gioco, risultati e assetto tecnico-tattico – personaggi e interpreti della commedia calcistica italiana. Dopo l’inequivocabile 3-0 patito a Madrid, gli azzurri non sembrano infatti capaci di affrancarsi da una situazione di involuzione, crisi di identità, mancanza totale di prospettive quale quella emersa nel pareggio con la Macedonia e che per certi aspetti ha ricordato ai più anziani gli infelici tempi legati alla Corea di Pak Doo Ik, il dentista (e forse era solo un odontotecnico) che inflisse una delle più amare e leggendarie – in […]


Puoi leggere tutto l'articolo sull'edizione cartacea dell'ECO di San Gabriele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *