L’ABRUZZO NON HA BISOGNO DI DUALISMI

di Stefano Pallotta
Pubblicato il 11 gennaio 2018 17:03

Comunque ispirato, l’ordine del giorno approvato, lo scorso novembre, dal Consiglio comunale di Pescara che auspica una modifica dello Statuto regionale per il trasferimento del capoluogo dell’Abruzzo dall’Aquila a Pescara, senza voler scomodare la storia, è rivelatore di grettezza politica e di scarsa capacità di comprendere la contemporaneità. Se è stato ispirato da un intento sabotatore del disegno della “Nuova Pescara”, o come qualcuno si ostina a chiamarla “Grande Pescara”, ossia la fusione dei comuni di Pescara, Montesilvano e Spoltore, – così come emerso dal referendum del 2014 – cerca di difendere interessi e posizioni di potere ignorando che è […]


Puoi leggere tutto l'articolo sull'edizione cartacea dell'ECO di San Gabriele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *