LA TERRA COME RISCATTO

di Teodora Poeta
Pubblicato il 1 febbraio 2015 19:22

La crisi è ormai assodata, anche in Veneto, dove si era abituati a veder le cose marciare in un unico modo, quello “giusto”. Ma ora sopravvivere è difficile. Gualtiero Cecchin (interpretato da Neri Marcorè) non ha mai avuto problemi di soldi: fino a poco tempo fa era un vero figlio di papà, arrogante e viziato… ma simpatico. Ora che i soldi sono finiti come farà a tornare ai vecchi fasti? Con un’idea e una buona dose di incoscienza o con una nuova impresa, anche se in modo non del tutto convenzionale? Gualtiero Cecchin decide allora di agire nel minor tempo possibile e senza porsi troppi problemi. La sorella Elisa (Anna Dalton), professoressa di matematica, e suo marito, il sovrintendente di polizia Alessio Leopardi (Stefano Pesce), sono una coppia problematica: lei estranea alla realtà perché cresciuta in una campana di vetro, lui un insicuro cronico che mette la divisa davanti alle sue debolezze. È una rivalità senza tregua quella tra Gualtiero e Alessio: si sfidano sui temi del quotidiano, su questioni di eredità e di condivisione di spazi comuni. Alessio cercherà di mettere in difficoltà Gualtiero in ogni modo, Elisa sarà ingiustamente coinvolta in uno scandalo semiserio a scuola e l’epilogo sarà imbarazzante… ma giusto. Leoni, questo è il titolo del film per la regia di Pietro Parolin, esce nelle sale il 5 febbraio.

Non sono permessi più commenti