indebitarsi per pagare LE CURE…

ALTRO CHE RIPRESA ECONOMICA
di redazione
Pubblicato il 31 dicembre 2015 22:59

Sono 7,7 milioni le persone che nell’anno appena terminato hanno chiesto un aiuto economico per fronteggiare le malattie… Ecco, allora, alcuni rimedi naturali per sopravvivere meglio ai freddi soffi dell’inverno Non ci si può neanche più ammalare… Questa triste per non dire tragica conclusione ci viene dettata dalle risultanze 49.mo Rapporto Censis sulla situazione sociale del nostro paese. La crisi economica, che al di là di voci e twetter propagandistici, non arretra di un centimetro. Da tempo, infatti, sta attanagliando le famiglie italiane a tal punto da colpirle persino nelle necessità primarie. I continui tagli al Welfare, dunque, ha reso sempre più marcati gli squilibri sociali e ammalarsi è diventato un problema anche economico… In pratica sono 7,7 milioni le persone che nell’anno appena terminato si sono indebitate o hanno chiesto un aiuto economico per pagare le cure.  La spesa sanitaria pubblica, cresciuta dal 2007 al 2010 da 101,9 miliardi di euro a 112,8 miliardi, negli ultimi anni “ha registrato una inversione di tendenza, con una riduzione tra il 2010 e il 2014, attestandosi nell’ultimo anno a 110,3 miliardi. La spesa sanitaria privata delle famiglie, invece, dal 2007 al 2014 è passata da 29,6 a 32,7 miliardi, raggiungendo il 22,8% della spesa sanitaria totale”.

E c’è chi fatica a pagare le cure. La percentuale di famiglie a basso reddito in cui nell’ultimo anno almeno un membro ha dovuto rinunciare o rimandare prestazioni sanitarie è elevata: il 66,7%. Anche l’andamento del Fondo nazionale per le politiche sociali testimonia il progressivo ridimensionamento dell’impegno pubblico, nonostante il parziale recupero degli ultimi tre anni: 1.565 milioni di euro nel 2007, 43,7 milioni nel 2012, 400 milioni nel 2015 (-74,4% nell’intero periodo). Un andamento simile riguarda anche il Fondo per la non autosufficienza.

Come si vede, dunque, la situazione non è per nulla incoraggiante. E a proposito di salute, il freddo della stagione invernale, che è appena iniziata, metterà a dura prova tutti noi. In particolare bambini, anziani e quanti hanno a che fare con patologie croniche. Come difendersi allora? Proviamo con qualche rimedio naturale

Ecco, allora, alcuni rimedi naturali e dai costi limitati per sopravvivere meglio ai freddi soffi dell’inverno.

Influenza
In caso di influenza uno dei rimedi più efficaci è la radice di echinacea; essa infatti vanta preziose proprietà immunostimolanti che derivano dalla sua capacità di favorire la produzione dei leucociti che fagocitano gli agenti patogeni; possiede inoltre spiccate proprietà antibiotiche e antivirali. Altro antibiotico naturale largamente usato è il timo.

Febbre

La febbre è una reazione naturale contro gli agenti patogeni che aggrediscono l’organismo; una pianta che vanta un’efficace azione febbrifuga è l’eucalipto che possiede proprietà balsamiche, antinfiammatorie e antibatteriche. Per provocare una forte sudorazione si consiglia di bere tisane di fiori di tiglio che vantano riconosciute proprietà diaforetiche e disintossicanti.

Tosse

Un ottimo rimedio per calmare la tosse è il miele, meglio se aggiunto al succo di un limone oppure sciolto in una tisana calda di fiori di tiglio che, grazie alle loro virtù espettoranti, aiutano ad espellere il catarro.

Mal di gola

Per ridurre l’infiammazione e lenire il dolore causato dal mal di gola si consiglia di masticare dei bastoncini di liquirizia o di preparare un infuso associando alla liquirizia le foglie di alloro, ricche di vitamina C e potenti antivirali naturali. Per prevenire le infezioni della gola è anche utile effettuare dei gargarismi con succo di limone e acqua salata oppure con un decotto di foglie di basilico.

Mal di testa

Come rimedio naturale contro il mal di testa la fitoterapia consiglia di bere una tisana a base di salvia, a cui si può aggiungere il timo; quest’ultimo è una pianta officinale ricchissima di vitamine e sali minerali cui vengono attribuite proprietà balsamiche, antisettiche e immunostimolanti.

Raffreddore

Il freddo invernale favorisce l’infezione da virus responsabile del raffreddore. Per ottenere una regressione dei sintomi, è bene assumere la vitamina C ed effettuare dei suffumigi effettuati mettendo in infusione alcune foglie di eucalipto e menta in una pentola con acqua bollente e, con la testa coperta da un asciugamano, respirarne profondamente i vapori la cui azione balsamica ed espettorante consentirà la fluidificazione del muco e del catarro, con enorme beneficio per la respirazione.

 

Non sono permessi più commenti