CARNEVALE ISTRUZIONI PER L’USO

di Valeria Lai
Pubblicato il 1 febbraio 2015 15:40

Anche una festa gioiosa e spensierata come quella del carnevale può nascondere delle insidie per i consumatori, soprattutto per i più piccoli. Ma quali insidie possono celarsi dietro a una maschera o a un costume di carnevale dei nostri figli e come evitarle?

Tra le insidie nascoste nei costumi, ad esempio, può essere presente il “cicloesanone”, un composto nocivo che attraverso le vie respiratorie superiori e la pelle può raggiungere le strutture nervose. Inoltre, un’altra caratteristica pericolosa è la sua infiammabilità. Ma le insidie non finiscono qui. Le maschere, ad esempio, se non sono a norma, possono causare soffocamento o danneggiare gli occhi.

Ecco perché può essere utile consultare il seguente vademecum per acquistare in sicurezza un costume e/o una maschera di carnevale:

– Leggere bene l’etichetta per conoscere la composizione dei tessuti degli abiti;

– Controllare che su di essa sia riportato il marchio CE ed il contrassegno Uni En71 (anche se non obbligatorio garantisce maggiore sicurezza);

– Non fare indossare ai bambini abiti sintetici e non antiallergenici;

– Verificare che le maschere non abbiano parti appuntite e bordi taglienti. Deve essere riportata, anche sull’imballaggio, l’avvertenza: “Attenzione! Questo è un giocattolo, non fornisce protezione”;

– Accertarsi, come raccomandato dall’Uni – l’ente italiano di unificazione – che le maschere e i caschi che coprono interamente la testa e che sono di materiale impermeabile, abbiano  un’apertura di almeno 1cm x 13cm oppure due fori di superficie equivalente distanti l’uno dall’altro almeno 15cm;

– Assicurarsi che costumi, parrucche, barbe e i baffi finti di carnevale non siano composti da materiali infiammabili;

– Utilizzare per il viso solo trucchi anallergici e provvedere a struccarsi con prodotti specifici;

– Segnalare alle forze dell’ordine e alle sedi Adiconsum eventuali prodotti non a norma.

Non sono permessi più commenti