ANNO NUOVO TELEVISORI NUOVI…

di Valeria Lai
Pubblicato il 2 dicembre 2016 18:13

Il primo gennaio 2017 entrerà in vigore la legge che decreta il divieto di vendere in Italia apparecchi televisivi che siano privi di tuner Dvb-T2 e decoder H.265 Hevc. La nuova codifica si è resa necessaria per risparmiare sul numero delle frequenze utilizzate per trasmettere i canali televisivi terrestri che andranno assegnati alla telefonia mobile in 5G e per migliorare la qualità visiva che potrà essere tutta in HD e in parte in ultra HD (4K). Entro la fine dell’anno, dunque, i rivenditori dovranno quindi smaltire i televisori che la legge ritiene obsoleti, cioè quelli che hanno integrato solo il decoder per la televisione terrestre,

Ma cosa cambierà per i consumatori?

Per chi possiede i televisori con Dvb-T1 prima dell’entrata in vigore della nuova codifica non cambierà nulla, visto che la nuova trasmissione avverrà dopo il 2020;

Dopo l’entrata in vigore della nuova codifica, invece, dovrà acquistare un decoder esterno, senza necessariamente rottamare il televisore: si dovranno però usare 2 telecomandi. Per chi invece deve acquistare un nuovo televisore fino alla fine del 2016 si troveranno sia televisori con Dvb-T2 e decoder Hevc che con Dvb-T1 e decoder con altre decodifiche.

Da gennaio 2017 si troveranno solo televisori con tuner Dvb-T2 e decoder H.265 Hevc. Poiché non è facile capire se il televisore che si acquista è dotato sia di tuner Dvb-T2 che di decodifica Hevc e poiché la codifica di un apparecchio non è un dettaglio marginale, si consiglia di attendere il nuovo anno, per acquistare un nuovo apparecchio.

Non sono permessi più commenti